Traduci nella tua lingua

NEWS LAICI SALETTINI

Nel periodo dal 30 settembre al 09 Ottobre si è tenuto a La Salette in Francia il 2° INCONTRO INTERNAZIONALE DEI LAICI SALETTINI. Per vedere tutti i video che la Congregazione pubblicherà relativi all'evento cliccare sulla foto: 2 incontro internazionale laici salettini

Foto in slide di Salmata

Menu veloce articoli

 VOCAZIONI (30)
 VARIE (1)
 NEWSLETTER (14)
 APPARIZIONE (25)

Cammino di Santiago

LITURGIA DI OGGI

Una grande risorsa

Giubileo Salmata 2009

APPARIZIONE – STORIA

Rivista Lug/Settemb. 2017

Rivista La Salette 4-5/2017

Rivista Mag/Giugno 2017

Rivista La Salette n. 3-2017

Come abbonarsi alla Rivista

Offerta minima di sostegno < € 15,00 da versare sul c.c.p. 82744004 intestato a: REDAZIONE "LA SALETTE" Via Andersen 15 - 00168 ROMA Per Info: 0742.810105 - 3334808707 mail: padre.celeste@libero.it

NAVIGA CON I TAG

I MISSIONARI

I  missionari della Madonna de La Salette

01Il 1° maggio 1852, in una seconda lettera pastorale, dopo aver preannunciato la    costruzione di un Santuario  sulla montagna dell’Apparizione,  il  Vescovo di Grenoble aggiunge: «Per quanto possa essere importante l’erezione di un Santuario, vi è ancora qualche cosa di molto più importante: cioè i  ministri  della Religione, destinati al servizio del Santuario  stesso,  all’accoglienza dei pellegrini, a predicare la Parola di Dio, all’esercizio del ministero della Riconciliazione, all’amministrazione del sacramento dell’Eucaristia e ad essere per tutti  i dispensatori fedeli dei misteri di Dio e dei tesori spirituali della Chiesa. Questi  sacerdoti saranno chiamati “ Missionari di N.S. de La Salette”.  La loro 02istituzione e la loro esistenza saranno come il Santuario stesso, un perpetuo ricordo dell’Apparizione misericordiosa di Maria ». Tra i sacerdoti che si impregnano dello spirito dell’Apparizione e si     mettono a servizio dei pellegrini, si fa strada sin dall’inizio la chiamata alla vita religiosa.

IL NUOVO ISTITUTO DEVE LA SUA ORIGINE A MARIA E ALLA CHIESA

Il 2 febbraio  1858, sei sacerdoti pronunciano  i primi voti conformemente ad una Regola provvisoria. Questa  verrà poi adattata ai Fratelli laici nel 1862; gli uni e gli altri formano insieme una medesima famiglia religiosa.

03Possiamo dire che questo Istituto deve la sua origine all’intervento di Dio  con l’Apparizione e alla mediazione  della chiesa. D’altronde questo è l’agire di Dio.

Il Vescovo di Grenoble  Mons. Philibert  de Brouillard  è il Vescovo fondatore che ha saputo individuare  il carisma dell’apparizione e fondare il nuovo istituto che immaginava come un gruppo di sacerdoti oblati. Il suo successore Mons. Ginoulhiac  il primo legislatore, prepara  le prime  costituzioni e riceve nelle sue mani i primi voti religiosi. Mons. Fava, terzo successore, è colui che legge nel Messaggio di Maria una forte spinta alla missionarietà e invia in Norvegia i primi missionari. D’altro lato i primi missionari: P. Denaz che scrive al Vescovo sull’ importanza   04e  l’universalità  del Messaggio de  La Salette e che, per rispondere ai mali che Maria ha ricordato  piangendo, occorre che la prima comunità si impegni a vivere i tre voti religiosi. Questa lettera fa parte dei documenti di fondazione del nostro Istituto. Molto importante  il P. Archier, uomo molto  equilibrato  che ha tenuto sempre stretto il rapporto di ricerca e di comunione  tra la prima comunità  e il Vescovo. Il grande mistico P. Silvano Maria Giraud, secondo superiore generale, uomo di vasta cultura; la sua opera “Prètre et Ostie” è stato il testo usato nei seminari per la formazione dei seminaristi fino al Concilio Vaticano II. Vero mistico che forse più di tutti è riuscito a penetrare e trasmettere la Grazia  de La Salette. Nell’Apparizione privilegiava l’aspetto della riparazione. Infine il P. Jean Berthier che ha colto nell’apparizione la forte spinta missionaria. Questo Padre nel 1895 ha fondato a Grave la congregazione dei Missionari della  Sacra Famiglia dedita   al  servizio  missionario, alla 05promozione  delle vocazioni religiose e all’assistenza pastorale delle famiglie.

Il primo Capitolo  Generale nel 1876 elabora le Costituzioni e orienta  la  Congregazione  verso la  Missione,  pur   conservando nel Carisma l’aspetto della Riparazione.

Il  Decreto  di  “lode”  (1879)  e il  Decreto   di  “Approvazione” (1890) determinano l’entrata dell’Istituto tra le Congregazioni di Diritto Pontificio.

 

La Santa Sede approva  definitivamente le Costituzioni nel 1926. In  questi  ultimi  anni,  la nostra 06famiglia religiosa si è impegnata nella revisione e nell’aggiornamento delle proprie Costituzioni e delle Norme  Capitolari,  nello spirito del Concilio Ecumenico Vaticano II e in conformità  alle direttive  pontificie per  il rinnovamento  della vita religiosa nel mondo contemporaneo.

Questo  lavoro  è  il frutto  della preghiera e della meditazione, della fedeltà e della esperienza delle comunità e dei religiosi di tutte le Province.

Ecco qui dunque  le Costituzioni dei Missionari di N.S. de La Salette. Esse sono il mezzo attraverso il quale lo Spirito che anima la Chiesa ci chiama, giorno dopo giorno, alla perfezione della carità nel Cristo, al servizio di tutto il popolo, per la gloria del Padre.

07

Padre MS SILVANO MARISA Nuovo Superiore Generale