Traduci nella tua lingua

NEWS LAICI SALETTINI

Nel periodo dal 30 settembre al 09 Ottobre si è tenuto a La Salette in Francia il 2° INCONTRO INTERNAZIONALE DEI LAICI SALETTINI. Per vedere tutti i video che la Congregazione pubblicherà relativi all'evento cliccare sulla foto: 2 incontro internazionale laici salettini

Foto in slide di Salmata

Menu veloce articoli

 VOCAZIONI (31)
 VARIE (1)
 NEWSLETTER (14)
 APPARIZIONE (25)

Cammino di Santiago

LITURGIA DI OGGI

Una grande risorsa

Giubileo Salmata 2009

APPARIZIONE – STORIA

Rivista Lug/Settemb. 2017

Rivista La Salette 4-5/2017

Rivista Mag/Giugno 2017

Rivista La Salette n. 3-2017

Come abbonarsi alla Rivista

Offerta minima di sostegno < € 15,00 da versare sul c.c.p. 82744004 intestato a: REDAZIONE "LA SALETTE" Via Andersen 15 - 00168 ROMA Per Info: 0742.810105 - 3334808707 mail: padre.celeste@libero.it

NAVIGA CON I TAG

Maria Mediatrice di grazia

MARIA MEDIATRICE DI GRAZIA – PATRONA DELLA NOSTRA PROVINCIA ITALIANA MISSIONARI DI N. S. de “LA SALETTE” 

Carissimi confratelli,
celebriamo oggi la festa di Maria Mediatrice di grazia, patrona della nostra Provincia.

Al numero 62 della “Lumen Gentium” leggiamo: “… Difatti, assunta in cielo non ha deposto questa funzione di salvezza, ma con la sua molteplice intercessione continua a ottenerci le grazie della salute eterna. Con la sua materna carità si prende cura dei fratelli del Figlio suo ancora peregrinanti e posti in mezzo a pericoli e affanni, fino a che non siano condotti nella patria beata. Per questo la Beata Vergine è invocata nella Chiesa con i titoli di Avvocata, Ausiliatrice, Soccorritrice, Mediatrice”.

Nel messaggio a La Salette, la Vergine Maria, ci parla di questo suo compito: “Da quanto tempo soffro per voi! Se (poiché) voglio che mio Figlio non vi abbandoni, sono incaricata di pregarlo incessantemente per voi e voi non vi fate caso. Per quanto pregherete e farete, mai potrete compensare la pena che mi sono presa per voi”.

Il prefazio della messa propria di questa festa ci segnala questo ruolo di Maria come frutto della benevolenza di Dio: “Nel mistero della tua benevolenza hai voluto che Maria, madre e socia del Redentore, continuasse nella Chiesa la sua missione materna: di intercessione e di perdono, di protezione e di grazia, di riconciliazione e di pace. Questa provvidenza d’amore ha il suo fondamento nell’unica mediazione di Cristo, da cui trae la sua efficacia; e il popolo fedele ricorre con fiducia alla Vergine Maria, nei rischi e nelle ansie della vita, e incessantemente la invoca madre di misericordia e dispensatrice di grazia”.

Nella liturgia della Parola della festa troviamo come esempio  di mediazione e intercessione la regina Ester: “In quei giorni, Ester parlò di nuovo alla presenza del re Assuero, gli si gettò ai piedi e lo supplicò con le lacrime agli occhi d’impedire gli effetti della malvagità …” Questa scena di Ester davanti al re è stata liberamente interpretata dalla tradizione cristiana come un simbolo dell’intercessione di Maria presso Dio e il Figlio. Per noi missionari de La Salette le parole “lo supplicò con le lacrime agli occhi” ci ricordano l’apparizione di Maria con le lacrime agli occhi. Melania afferma categoricamente: «Ha pianto per tutto il tempo durante il quale ci ha parlato. Ho visto proprio bene le lacrime che le cadevano, e non cessavano di scorrere», Giovanni Paolo II dette la sua interpretazione di quelle lacrime: «Maria, Madre piena di amore, ha mostrato in questo luogo la sua tristezza per il male morale dell’umanità. Attraverso le sue lacrime, ci aiuta a meglio comprendere la dolorosa gravità del peccato, il rifiuto di Dio, ma anche la fedeltà appassionata che suo Figlio nutre per i suoi figli, Lui, il Redentore il cui amore è ferito dalla dimenticanza a dal rifiuto». Il rifiuto di, Dio e l’indifferenza manifestano l’ur­genza della conversione: «Con la sua materna carità si prende cura dei fratelli del Figlio suo ancora  peregrinanti e posti in mezzo a pericoli e affanni, fino a che non siano condotti nella patria bea­ta». Le lacrime amorevoli di Maria mostrano che ella è sempre attenta tanto alle forme d’indifferenza quanto ai peccati degli esseri umani, così come alle loro inquietudini e alle loro speranze storiche, che ci dicono fino a che punto dobbiamo prendere sul serio l’appello alla conversione! Il carattere materno che Maria rivela a La Salette conferma la sua maternità spirituale e assicura che ella ha preso sul serio la missione ricevuta da suo Figlio ai piedi della Croce. Come madre, Maria ci orienta, incessantemente, verso la Parola di Dio, la Buona Novella di Gesù Cristo, il Vangelo spesso dimenticato… Possiamo affermare che le lacrime di Maria, di fronte allo sconforto del suo popolo, sono un segno che ella si preoccupa di ogni persona in difficoltà, che continua a credere nel dinamismo della fede e dell’amore. Ella, che ha vissuto nella propria carne le sfide dell’esilio in Egitto, della sofferenza del Calvario e della Risurrezione di suo Figlio, può testimoniare a La Salette la bellezza e la bontà dell’essere umano che decide di riprendere il cammino della compassione e della solidarietà fra gli umani, del rispetto della creazione, della comunione con Colui che rappresenta il cammino da percorrere, la vita da vivere e la verità portatrice di speranza.

Nel Vangelo di Giovanni troviamo Maria come mediatrice nelle nozze di Cana. Maria che si rivolge ai servitori dicendo: “Qualsiasi cosa vi dica, fatela”.

Vogliamo chiedere alla Vergine Maria, Mediatrice di grazia di intercedere presso suo Figlio per l’avvenire della nostra Provincia e per le vocazioni.

Approfitto di questa lettera per darvi alcune informazioni:

Il Superiore Provinciale dell’India ci ha chiesto il rientro di P. James in India per aiutare a risolvere dei problemi che hanno con la scuola di Mysore. E quindi P. James rientrerà in India nel mese di luglio. Rimarrà a lavorare nella nostra Provincia P. Rojan, fino adesso segretario generale.

Dal 7 al 9 di giungo si terra a La Salette il pellegrinaggio in occasione dell’anno della fede. Saremo circa un centinaio di partecipanti.

Dal 21 al 28 luglio si svolgerà il secondo incontro europeo dei giovani salettini a La Salette. Grazie a Dio, della nostra Provincia parteciperanno circa una trentina di giovani.

La Comunità di Siador-Santiago si prepara per celebrare il 150° anniversario della devozione a N. S. de La Salette in Siador. Inizierà il 19 settembre.

Avevamo pensato di celebrare l’assemblea Provinciale a giugno dal 17 al 20, ma in quasi tutte le comunità abbiamo riscontrato delle difficoltà a partecipare in quei giorni;  vedremo di rimandarla e vi faremo sapere in tempo utile le nuove date.

Insieme ai PP. Carmelo e Gian Matteo vi auguro buona festa di Maria Mediatrice. (P. Heliodoro Santiago Bernardos, m.s. Superiore Provinciale)

Leave a Reply